Seleziona una pagina

In questo periodo, sono a casa in maternità, quindi non sto andando in ufficio, e questo mi dovrebbe risparmiare l’incombenza di preparare la schiscetta per il giorno dopo… eh già, dovrebbe…!

Invece cari miei non è così! Come molte mamme mi potranno confermare stare a casa a curare un neonato non ti lascia proprio il tempo per cucinare… ma nemmeno di mangiare. Per quanto mi riguarda il 90% delle volte devo mangiare con mia figlia in braccio, che tra l’altro deve avere un radar per il cibo. Magari lei sta giocando tranquillamente nella sdraietta, oppure dorme beata, ma ogni volta (pranzo o cena non fa differenza) che verso il cibo nel piatto eccola che inizia ad urlare, perciò meglio sbrigarsi!

Questo mi ha portato a non dimenticarmi delle mie amate schiscette nemmeno stando a casa! Quando cucino cerco di farne sempre un po’ di più, così che io possa surgelare ed avere sempre pronto all’occorrenza qualcosa di buono da mangiare.

È importante ricordare che è possibile congelare degli alimenti che erano stati congelati crudi, basta cuocerli e poi ricongelarli da cotti. Importante è ricordarsi quando sono stati preparati (etichettarli sempre!) e mangiarli entro un paio di mesi.

Ecco quali sono gli immancabili nel mio freezer:
sughi per condire la pasta che sia ragù, pomodoro fresco o pesto, ne si prepara un bel pentolone nel week and, e si mette in freezer diviso in porzioni. Basta metterlo a scaldare mentre si cuoce la pasta ed il gioco è fatto. Esistono in commercio delle schiscettine apposite per il sugo, altrimenti potete usare anche dei bicchierini di plastica ben chiusi con pellicola o alluminio.

Per quanto riguarda i primi posso consigliare:
pasta al forno,  cannelloni, timballi, crespelle, ravioli e tortelloni (di carne e di magro), pasta all’uovo, minestrone e brodo.

Per quanto riguarda secondi e verdure invece ecco cosa consiglio:
Melanzane e zucchine alla parmigiana, peperonata, torte salate, spezzatino con verdure, involtini di carne, polpette con o senza sugo, arrosti e cotolette già impanate, solo da friggere.
Anche le verdure crude ben pulite e porzionate pronte per la cottura sono ottime per risparmiare tempo.

Quando conserviamo un cibo cotto è bene ridurre il tempo di cottura durante la preparazione e completarla dopo il decongelamento. Le guarnizioni come maionese, limone e sottoaceti devono essere aggiunte dopo la decongelazione. Non esagerare con il sale, meglio aggiungerlo in seguito. Infine sconsiglio di congelare pasta o riso con il brodo o i minestroni perché tendono a perdere consistenza se congelati con i liquidi, meglio metterli al momento.

Un’altra ottima soluzione è la pizza! Noi abbiamo l’abitudine di prepararla il venerdì sera, quella che avanza la metto in frigo ben avvolta nei fogli di alluminio e per un paio di giorni sono a posto. Ho provato a scaldarla con la tostiera ed è una bomba! 
Anche il pane non manca mai nel freezer, così quando serve c’è!

Foto da web